DI NATALE CHIAMA IL MINISTRO DELLA DIFESA PERCHÉ IL GOVERNO IMPUGNI L’ORDINANZA DELLA SANTELLI

DI NATALE CHIAMA IL MINISTRO DELLA DIFESA PERCHÉ IL GOVERNO IMPUGNI L’ORDINANZA DELLA SANTELLI

DI NATALE CHIAMA IL MINISTRO DELLA DIFESA PERCHÉ IL GOVERNO IMPUGNI L’ORDINANZA DELLA SANTELLI

“Chiedo al Ministro della Difesa On. Lorenzo Guerini che proponga al Governo di impugnare l’ordinanza del Presidente Jole Santelli”. È così che interviene il Consigliere Regionale Graziano Di Natale a seguito dell’ordinanza firmata dal Governatore della Calabria qualche ora fa.
Appare evidente quanto i calabresi siano in rivolta in quanto da domani è anticipata la riapertura che il Governo ha previsto per il 4 Maggio andando anche oltre le disposizioni del DPCM.
“Aprire così senza un criterio tecnico scientifico – afferma il Segretario-Questore- significa buttare a mare tutti i sacrifici che i cittadini hanno fatto in questi mesi. Addirittura si anticipano i provvedimenti del Governo Nazionale. Credo che In Calabria – continua Di Natale – aumenteranno i contagi e mi auguro con tutto il cuore di essere smentito. Spero vivamente che non si tratti di una strategia politica messa in atto dai governatori del centrodestra. Sarebbe da incoscienti ed i soli a pagarne le conseguenze saranno i calabresi. Bisogna necessariamente tutelare la saluti di tutti. Non siamo ancora nelle condizioni di un’apertura come quella prevista. Certamente bisogna ripartire ma è un momento talmente delicato e la ripartenza credo debba avvenire con cautela. Non in questo modo. Rischiamo di farci davvero male, significherebbe vanificare quanto fatto fino ad oggi e mancare di rispetto a chi, in questi mesi, ha lavorato quotidianamente per tutelare le nostre vite”.

One thought on “DI NATALE CHIAMA IL MINISTRO DELLA DIFESA PERCHÉ IL GOVERNO IMPUGNI L’ORDINANZA DELLA SANTELLI”

  1. Mary Angela Siciliano ha detto:

    Da medico e cittadina paolana sono totalmente d’accordo con l’onorevole di Natale. Le direttive del governo vanno osservate ,ma sopratutto va osservata una linea di pensiero stabile e ferma . Non si può’ cambiare idea continuamente e irresponsabilmente ,si mette a rischio la stabilità’ mentale del cittadino e si rischia di fare danni rimettendoci di credibilita’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares