DI NATALE: Coronavirus, 13 positivi trasferiti ad Amantea. Chiedo l’immediato intervento del Presidente Santelli

DI NATALE: Coronavirus, 13 positivi trasferiti ad Amantea. Chiedo l’immediato intervento del Presidente Santelli

DI NATALE: Coronavirus, 13 positivi trasferiti ad Amantea. Chiedo l’immediato intervento del Presidente Santelli

“Tredici positivi trasferiti ad Amantea. Chiedo l’immediato intervento del Presidente della Regione Calabria”. È quanto dichiara Graziano Di Natale, Segretario-Questore del consiglio regionale che sottolinea quanto la situazione attuale, relativa all’emergenza Covid-19, sia preoccupante.

“Nella giornata di ieri ho appreso del trasferimento ad Amantea di 13 migranti, sbarcati a Roccella Jonica, risultati positivi al coronavirus.
La situazione mi preoccupa perché la Calabria, in generale, non è in condizioni di fronteggiare tali emergenze. È impensabile che il Governo Regionale possa consentire tutto questo”.
“Anche la scelta – continua- di trasferirli nella Città di Amantea credo sia infelice perché si tratta di una cittadina meta, in questo periodo, di tanti turisti.
La cosa che mi preoccupa ancora è altresì la circostanza secondo la quale nutro dubbi circa l’adeguatezza sia della struttura, posta al centro della Città, che dell’assistenza”.
“Chiedo quindi – conclude – un intervento immediato del Presidente della Regione Calabria.
È inconcepibile che si possa gestire l’emergenza sanitaria in questo modo ed ho deciso che domani mattina mi recherò personalmente ad Amantea. È necessario gestire la situazione in totale sicurezza per la salvaguardia della collettiva tutta e fare in modo che non si possa creare neppure un minimo di pericolo nei confronti dei cittadini. La Salute va tutelata e soprattutto garantita. Ecco perché di fronte ai tanti sacrifici di quanti, in questi mesi, hanno rispettato le norme anti-contagio ed i protocolli che sono stati previsti, noi che rappresentiamo le Istituzioni dobbiamo essere vigili. Sulla salute dei cittadini non ammetto superficialità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares